Dermatite seborroica

E’ una malattia comune che si manifesta sul cuoio capelluto con squame untuose, accompagnate da eritema e chiazze eritematose rosee-giallastre con prurito intenso.
Un paziente che fin dalla pubertà presenta orifizi follicolari più evidenti in fronte, torace, e cuoio capelluto, accompagnato da forfora grassa, è soggetto alla comparsa della dermatite seborroica.

I tessuti risultano alterati in maniera diversa: evidenti aree di pelle squamosa che sovrastano piccole vescicole. Le chiazze si presentano irregolari e con bordi sfumati, altre volte invece, quando la dermatite seborroica interessa solo la parte dello sterno e delle scapole, le chiazze risultano di forma circolare e con margini limitati, definendosi cosi “eczema seborroico”.


La dermatite seborroica può indurre ad altre complicanze relative a più parti del corpo, come ad esempio: l’otite esterna, l’eczema ombelicale, occipitale, o della nuca, quello delle areole mammarie nella donna e l’eczema intorno all’area genitale maschile, che può avere origini di tipo biotiche, psicosomatiche o psoriasiche.
Questa malattia colpisce generalmente il cuoio capelluto e i suoi margini, e crea una specie di chiazza attorno alla radice del capello (corona seborroica).
Importante dire che non c’è nessun rapporto tra la dermatite seborroica e la alopecia androgenetica, l’una non è causa dell’altra.

Come si presenta la dermatite seborroica

La dermatite seborroica può presentarsi sottoforma di varie manifestazioni cutanee come: eczemi, piodermiti, psoriasi, ptiriasi rosea, micosi o pemfigo eritematoso.
Si aggiunge poi acne, rosacea e psoriasi. Lo stato latente della malattia si suppone che sia causa di fattori infettivi meccanici, irritativi batterici e micotici, ma soprattutto di una disfunzione subacea ereditaria.
La secrezione sebacea non aumenta necessariamente in seguito all’incremento del fattore micotico (Pityrosporum) mentre invece la qualità del sebo si modifica: riduzione di trigliceridi, aumento degli acidi grassi e del colesterolo.

Terapia e cure

Qualsiasi terapia adottata può solamente tenere sotto controllo la situazione. I rimedi possono essere lozioni e schampoo, soluzioni cortisoniche, adatte solo per particolari pazienti e per brevi periodi, antibiotici e antifungini, per le zone localizzate.
Un miglioramento notevole della disfunzione si può ottenere dall’uso dell’acido 13-cis-retinoico.